IT | EN
segreteria@guarene.it

Municipality of

Guarene

out of Guarene

501
total points
Arts sector

Installazione permanente presso la Collina di San Licerio, Guarene (CN)

Back to the profile page
before
after
501 points earned

Dettaglio punti:

Project: 500 pt
Experts: 0 pt
Utenti: 1 pt

You can no longer
rate this project
Share it!

Tra i rinnovati vitigni di Nebbiolo sulla collina di San Licerio, a Guarene, dal 2019 la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo promuove un inedito programma d’arte contemporanea, con l’installazione di sculture di grandi dimensioni commissionate ai giovani artisti più promettenti della scena internazionale. La prima committenza è stata assegnata all’artista canadese Paul Kneale.

Tra i giovani vitigni della collina di San Licerio, l’artista canadese Paul Kneale presenta Flat Earth Visa, un nuovo lavoro che avvia un singolare e intenso dialogo tra natura e cultura. L’installazione site specific è composta da sculture distinte: un’antenna parabolica, con il corpo del riflettore profilato di tubi al neon, e una serie di recinzioni realizzate in acciaio. In questi due lavori, l’artista esplora la possibilità di tradurre i processi digitali in oggetti scultorei: nel primo ha creato una forma che richiama i tragitti e i ponti tra i satelliti e le stazioni a terra delle telecomunicazioni; nel secondo ha trasformato le immagini digitali dei tanti steccati che solcano le città e i territori in presenze concrete.
Pur privata della funzione comunicativa, l’antenna parabolica rimane attiva, un corpo vibrante di luce rossa, rivolto verso il cielo. Nato da una “collezione” di fotografie scattate dall’artista con l’iPhone, convertite in file CNC e successivamente prodotte attraverso un processo industriale di lavorazione dell’acciaio, il progetto delle recinzioni interroga il complesso tema dei confini. Così comuni nel paesaggio urbano e spesso collegate tra loro, parabole e recinzioni rappresentano due impulsi sociali primari tra loro contraddittori: quello di comunicare e di costruire barriere. Nella vigna, tra le sculture di Paul Kneale, ci troviamo così nel punto di tensione in cui la comunicazione senza limiti di Internet esiste contemporaneamente in un mondo fatto di muri reali e confini immaginari.